Rivoluzione Francese

Troverai, nell’area Allegati di questa pagina, materiali utili su questo argomento. Fanne buon uso!

La Rivoluzione Francese: appunti, riassunti e approfondimenti

Nel decennio che va tra il 1789 e il 1799, si assiste in Francia al più grande sconvolgimento sociale che fosse mai avvenuto nella storia, la Rivoluzione Francese.

Si tratta di quella che potremo definire la Rivoluzione con la R maiuscola, dato che investì tutti gli aspetti dello stato, portando ad un cambiamento di concezione dello stesso:

  • dal punto di vista politico, la monarchia viene abbattuta lasciando spazio a varie forme di repubblica che culmineranno in seguito nel potere autoritario di Napoleone;
  • dal punto di vista sociale, la borghesia sostituirà nobiltà e clero come classe egemone, aprendo le porte anche alla laicità dello stato francese;
  • dal punto di vista economico, miglioreranno le condizioni dei lavoratori, specie nelle campagne, dove, prima della rivoluzione, erano ancora in auge forme di schiavitù come le corvées;
  • viene infine redatta la prima carta dei diritti del cittadino in Europa, che per la prima volta metterà l’accento sull’importanza della libertà e dell’uguaglianza dei singoli cittadini di fronte alla legge.

Per queste ragioni e per il fatto che fu lo strumento che permise l’abbattimento della società di Ancien Regime, la Rivoluzione Francese viene considerata, assieme alla Rivoluzione Industriale, l’evento storico che aprì le porte della storia contemporanea.

Nei seguenti documenti, vedremo in successione le varie fasi della rivoluzione:

  • Le cause che hanno portato a questo sconvolgimento dello stato francese;
  • I 4 momenti della Rivoluzione nel 1789;
  • La fase borghese, con l’instaurazione di una monarchia costituzionale (1790-1791);
  • La fase popolare che fece seguito alla destituzione del re (1791-1793);
  • Le fasi della guerra contro le potenze monarchiche europee (dal 1792 in poi)
  • La fase del Terrore, con la dittatura del Comitato di Salute Pubblica e di Robespierre (1793-1794);
  • L’ultima fase, di stabilizzazione di stampo borghese, avvenuta con l’istituzione del Direttorio (1795-1797).

Abbiamo inoltre inserito tra i file:

  • Un glossario della rivoluzione, con la nomenclatura delle varie forze politiche e degli organi amministrativi e di governo, utile per meglio comprendere le dinamiche della Rivoluzione
  • Un confronto schematico tra le varie costituzioni emanate
Domande:
1 - Spiega i vari fattori che portarono alla Rivoluzione. Qual era la situazione della Francia Pre-rivoluzionaria?
2 - Spiega i vari motivi per cui il re Luigi XVI è una personalità debole all’interno dell’ordinamento francese. Perché la decisione di fuggire dal paese in seguito rivelerà ancora una volta la sua debolezza?
3 - Dopo averne dato una definizione, elenca quali furono i principali “club”.
4 - Perché la Francia ha deciso di dichiarare guerra alle altre potenze europee? Quali potenze prendono parte alla guerra?
5 - Perché la battaglia di Valmy fu particolarmente significativa per le sorti della Rivoluzione?
6 - Dopo aver dato una definizione di “Convenzione”, elenca quali gruppi ne facevano parte e la loro posizione politica.
7 - Quali riforme furono emanate durante il periodo del “Terrore”? Perché si può affermare che seguivano una politica filo-popolare?
8 - In quale modo Robespierre prese il potere? Quali erano le prerogative del Comitato di Salute Pubblica?
9 - Cosa successe con il colpo di stato del 9 Termidoro?
10 - Cosa si intende per “Direttorio”? A quale periodo della Rivoluzione Francese è legato?
11 - In che modo il Direttorio accentrò il potere su di sé?
12 - Cosa stabilì la Costituzione dell’Anno III?
Rimani aggiornato
sui nuovi appunti

    Voglio iscrivermi alla newsletter e rimanere aggiornato sulle iniziative di QuintoPiano

    Contattaci