Maturità 2017: Calcolare il voto ed ottenere crediti extra!

Umberto Saba
Umberto Saba – Bignomi RAI
6 aprile 2017
False Friends Español
7 aprile 2017
crediti maturità 2017

L’esame di stato è la prova conclusiva delle scuole superiori con cui professori interni ed esterni valutano la preparazione e le competenze degli studenti seguendo i criteri fissati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR).

Quali sono i criteri? Come si calcolano i voti e i crediti scolastici?

 

Ammissione

L’accesso all’esame di maturità bisogna guadagnarselo! L’ammissione è decisa dal consiglio di classe alla fine dell’anno scolastico. Durante lo scrutinio, oltre a decidere i voti finali del quinto anno, viene anche decisa l’ammissione alla maturità. Per essere ammessi è assolutamente necessario:

  • La sufficienza in ciascuna materia
  • La sufficienza in condotta
  • La frequenza ad almeno tre quarti dell’orario annuale (non fare troppe poche assenze!)

La media finale, la condotta e le attività formative svolte durante l’anno contribuiranno a costituire il voto di diploma. Quindi dovrai darti da fare per tutto l’anno!

 

Il voto di maturità

Il voto di maturità è espresso in centesimi, dove il massimo è 100/100 e il minimo per superare l’esame è 60/100. Agli studenti che otterranno il punteggio pieno potrà essere assegnata anche la lode. Il voto finale è, però, formato dalla somma di diversi fattori:

  • Crediti scolastici (più eventuali crediti formativi) – da 10 a 25 punti
  • Esame di stato: Prima prova – da 10 a 15 punti
  • Esame di stato: Seconda prova – da 10 a 15 punti
  • Esame di stato: Terza prova – da 10 a 15 punti
  • Esame di stato: Colloquio orale – da 20 a 30 punti
  • Bonus per gli studenti più meritevoli – 5 punti

 

I crediti scolastici

Un quarto del voto finale, sarà formato dai crediti scolastici accumulati dagli studenti durante la scuola secondaria. A partire dagli scrutini finali del terzo anno, i consigli di classe oltre a decidere i voti e la medie finali, assegneranno dei crediti formativi sulla base dell’andamento scolastico dello studente. I consigli seguono secondo le indicazioni del MIUR, ma hanno una certa discrezionalità. Uno studente con la media del sei otterrà circa 4 punti, mentre un collega con la media del sette ne otterrà 5, e così via fino ad un massimo di 8 punti per la media del dieci.

 

 

Segui la “Guida di QuintoPiano alla maturità” dove ti consiglieremo interessanti attività formative per ottenere crediti che si svolgono nella zona di Padova nei prossimi mesi!

 

Ad integrazione dei crediti scolastici ottenuti dalla media dei voti, lo studente potrà chiedere alla scuola che gli vengano riconosciuti dei crediti formativi per attività extrascolastiche che siano in linea con gli obiettivi del corso frequentato. L’attività deve essere attestata in cartaceo, ma l’ammissibilità e i punti da assegnare sono sempre a discrezione del consiglio di classe.

Ecco alcuni esempi di attività generalmente riconosciute:

  • corsi di lingue
  • corsi formativi extrascolastici
  • attività culturali
  • attività musicali
  • volontariato
  • attività sportive

 

Per conoscere quali attività sono ammissibili nella tua scuola e per ricevere utili consigli rivolgiti in segreteria o ai tuoi insegnanti (quelli più simpatici e disponibili!)

 

Punti bonus e Lode

Alla somma dei crediti scolastici e degli esiti delle quattro prove della maturità, la commissione può aggiungere, a sua totale discrezione, 5 punti bonus per gli studenti più meritevoli che:

  • siano stati ammessi alla maturità con almeno 15 crediti
  • abbiano totalizzato almeno 70 punti nelle prove

Ottenere la lode, invece, è molto più difficile. Alle spalle di questo ambizioso obiettivo c’è un lungo percorso, fatto di studio e impegno costante, che porta lo studente ad avere il massimo dei crediti scolastici e il massimo dei voti nelle prove della maturità, così da ottenere il 100. Raggiunto questo importante obiettivo, la commissione d’esame valuterà se lo studente è meritevole della lode.

 

Calcolare il proprio voto di maturità

Ora che abbiamo il quadro completo di cosa ci serve per calcolare il nostro voto di laurea, facciamo un esempio! Ecco cosa ho fatto io:

“Il terzo anno ho concluso con una media del sette, bello pieno (5 punti), oltre a questo ho chiesto che venisse inserita tra la mie attività formative la partecipazione alla mia squadra sportiva preferita (1 punto extra). Il quarto anno è stato più difficile, alcune materie si sono fatte davvero toste, così ho avuto la media del sei (4 punti), però, ho indicato ancora la mia attività sportiva come formazione (1 punto extra). Il quinto anno, mi sono messo d’impegno! Ho concluso l’anno con la media dell’otto, quasi otto, ma i prof hanno riconosciuto il mio impegno (6 punti), più lo sport (1 punto extra) e ho anche partecipato ad un corso di lingua dopo la scuola (1 punto extra). Crediti scolastici totali: 19/25.
Alla maturità ho fatto un ottimo tema di attualità (13 punti), ma poi la seconda prova è stata dura (11 punti). Per la terza prova, invece, ero super preparato (14 punti), anche se poi all’orale ho fatto degli errori davanti ad un commissario (22 punti). Punteggio della maturità: 60/75.
Infine, la commissione ha deciso che la mia tesina era molto ricercata e che mi ero impegnato a fondo per tutto l’anno, ma non avendo ottenuto almeno 70 punti nelle prove d’esame non mi hanno dato i 5 punti bonus. Il mio voto di diploma è stato: 19+60=79. Sono super soddisfatto!”

 

Lo scopo del voto di maturità

Il voto di diploma non solo sarà il segno del tuo impegno e dei risultati raggiunti durante scuola secondaria, ma ti sarà utile anche in futuro. Se deciderai di iscrivervi in un’università italiana, il voto di maturità non condizionerà l’accesso, in quanto ogni scuola con posti limitati ha dei test d’ingresso. Diverso è, invece, per alcune università straniere dove il voto di diploma è il criterio per l’ammissione. Anche più importante è la valutazione alla maturità qualora decidessi di iniziare a lavorare. Molti datori di lavoro ti chiederanno della tua esperienza scolastica e dei successi che hai raggiunto, mentre per alcuni incarichi pubblici vengono assegnati dei punti incrementali in base alla valutazione finale dell’esame di Stato. Chi passa la maturità con 100 e lode, inoltre, viene premiato dal MIUR con una borsa di studio in denaro e con l’iscrizione all’Albo delle Eccellenze del Ministero dell’Istruzione, un bel punto sul vostro curriculum futuro! La lode, infine, può darvi la possibilità di godere di borse di studio per l’università.

 

Hai già calcolato i tuoi crediti scolastici? Ti serve aiuto per recuperare le materie o per trovare interessanti attività formative? Scrivicelo nei commenti!

Oppure contattaci al n° 049/8936806 e chiedi di Liliana!

Continuando a navigare su questo sito accetti l'utilizzo dei Cookie. Leggi i dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi