Il giro del mondo a Ferragosto

olimpiadi-citta-del-messico-1968
Citius , Altius, Fortius
5 agosto 2016
colosso-dell-appennino-pratolino
I giganti nascosti, tesori nei parchi italiani
18 agosto 2016

Il giro del mondo a Ferragosto

erragosto-costiera-amalfitana

Ferragosto è alle porte e ci siamo domandati se questa giornata di festa riguardasse solo noi italiani, o al massimo i cristiani, ma abbiamo scoperto tantissime cose molto interessanti.

Ma partiamo dall’inizio o meglio da ciò che sappiamo.

Per questa giornata di festa dobbiamo ringraziare l’imperatore Augusto, che nel 18 a.c. decise, oltre a dare il suo nome a questo mese dell’anno, anche di indire le ferie Augusti.
Il Ferragosto di Roma non finiva mai: i festeggiamenti non si concentravo il 15 di agosto come è oggi per noi, ma si iniziava dal primo giorno del mese fino alla sua conclusione. Ricorrevano celebrazioni quotidianamente: dall’onorare Sol Indigens, il Sole Antenato, la vita, a Flora e Vertumno, dio delle stagioni, che si divorano l’una con l’altra e poi Diana-Lucina, dea della luna e del parto e così via. Agosto è legato ai cicli dell’agricoltura e tutte queste celebrazioni lo dimostrano, in questo mese si conclude la raccolta dei cereali e ci si prepara alla vendemmia e alla raccolta delle olive, sperando che tutte le fatiche dell’anno vengano ripagate.

A riprova del legame con il mondo contadino di questa festività possiamo fare un salto nelle campagne di Irkutsk, in Siberia, dove il 15 di agosto i mugik, i contadini, tagliano le ultime spighe rimaste e le legano con dei nastri colorati. Queste spighe simboleggiano la barba del vecchio Ilya, il geniaccio che in sella al suo carro tirato da un cavallo bianco corre nel cielo lanciando lampi e germogli. I contadini seduti all’ombra si riposano dalle ultime fatiche del raccolto bevendo liquore di masi e cantando così: “Ilya, dacci segale e avena, un buon raccolto per l’anno prossimo”.

In Irlanda si festeggia Fèile Mhuire ‘sa bhFomhar, che in lingua gaelica significa Assunzione, ed è una giornata molto importante: la leggenda narra che far il bagno a Ferragosto ha un ottimo effetto sulla salute. La tradizione era talmente radicata che i lavoratori e i servi di Limerick e di Kerry inserivano negli accordi lavorativi con i padroni la giornata di festa per Ferragosto in modo da poter partecipare al rituale.

ferragosto-mare-amici

Tra sacro e profano, tra paganesimo e cristianesimo altre tradizioni si sono susseguite nei secoli: leggende ancestrali raccontano che nell’oriente siriaco si celebravano riti e cerimonie in onore della Dea madre Atagartis, metà donna e metà pesce, patrona delle semine, in Egitto si onorava Osiride e in Grecia si pregava Artemide.

Con l’affermazione del Cristianesimo molte cose sono cambiate e il giorno di Ferragosto è diventato il giorno dell’Assunzione nei cieli di Maria Vergine. Festività indetta da Pio XII nel 1950, ma già presente nella tradizione apostolica e ancora prima in tradizioni ancora più antiche, in cui si narra che Maria sarebbe morta a Gerusalemme 3 o 15 anni dopo Gesù e sarebbe stata Assunta in cielo accompagnata dall’arcangelo Gabriele, oppure su una nube misteriosa. Le celebrazioni avvengono in tutti i paesi i cristiani: in Islanda si festeggia il Dag Mariù , giorno di Maria; in Germania è il Maria Himmelfahrt, il transito di Maria in cielo; in Italia le processioni in onore delle Madonna non si contano, da quella di Randazzo in Sicilia al Palio dell’Assunta a Siena molto più pagana solo per cintarne due.

Quella che fu chiamata la Cattolicissima Spagna è ancora molto legata alle tradizioni religiose ed ogni anno vicino ad Alicante, più precisamente a Elche, si celebra la ricorrenza più antica della Spagna: la Rappresentazione dei misteri di Elx. L’UNESCO ha riconosciuto questa festa come patrimonio orale immateriale dell’umanità: è un dramma lirico medioevale che racconta il mistero dell’Assunzione e dell’Incoronazione della Vergine Maria ed è recitato in lingua Valenziana. Anche a Madrid le celebrazioni non mancano per la Festa di della Pamplona: i madrileni si riuniscono nel quartiere La Latina per i balli tradizionali e i banchetti in onore della Vergine Maria.

In Grecia, a Marcopoulos, nell’Isola di Cefalonia si festeggia la Madonna dei Serpenti. La tradizione racconta che il 15 agosto di 600 anni fa, la monache della chiesa di Lagkubardas videro all’orizzonte le vela con la mezzaluna dei turchi e pregarono Maria di salvarle dei pirati e lei le trasformò in bisce con una croce nera sulla testa. Ogni anno a Ferragosto decine di serpentelli con croce in testa escono dalle pietre dell’edificio ed entrano in chiesa per fasi benedire e ricevere dai fedeli delle carezze in segno benaugurale. Succede davvero, letteralmente.

Il 15 agosto è una data importante anche in altre nazioni:per esempio in Canada si celebra l’Acadian Day, festa legata alla prima colonia francese dell’America settentrionale Acadia appunto. Gli abitanti decisero di celebrare una festa nazionale in onore di Maria, la quale è simboleggiata anche dalla stella d’oro posta nella bandiera della regione, adottata ufficialmente il 15 agosto 1884.

acadian_day

In India si festeggia l’indipendenza dalla Gran Bretagna, era il 1947, e in particolare si ricorda l’artefice della disobbedienza civile e pacifica il Mahatma Ghandi.

Per finire il nostro giro del mondo non possiamo dimenticare il Qixi Festival che si svolge in Cina, simile alla festa di San Valentino, di tradizione antichissima, II secolo a.c. Attraverso rituali, offerte e preghiere si spera di assicurarsi un matrimonio felice.

Insomma una cosa è sicura: il 15 agosto si fa festa ovunque, per un motivo o per un altro 😉

Continuando a navigare su questo sito accetti l'utilizzo dei Cookie. Leggi i dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi