Come si studiano le materie umanistiche

diritto-banner
Diritto: lo Stato
7 ottobre 2016
object-orientated-programming-langs
Olimpiadi di Informatica
17 ottobre 2016

Come si studiano le materie umanistiche

focused-student

Un buon metodo di studio si può applicare in modo efficace in tutte le materie, ma tra materie scientifiche e materie umanistiche ci sono delle belle differenze!

Facciamo un esempio pratico: se per prepararsi al compito di matematica, geometria, o chimica, è indispensabile fare molti esercizi, per studiare materie umanistiche come italiano o storia l’approccio è chiaramente diverso.

Nello stesso modo in cui fare molti esercizi per le materie scientifiche ti abitua a risolvere tutte le casistiche che ti si possono presentare in una verifica, se devi prepararti (ad esempio) in storia devi studiare in modo tale da essere preparato sulle cause, i rapporti politici interni e quelli con gli atri stati, il contesto sociale ed economico di un dato paese in modo da avere un quadro completo della vicenda storica.

Mentre prepari gli schemi (non li fai? Allora inizia subito!) fissa come titolo l’argomento principale e ponilo in alto al centro della pagina oppure al centro del foglio: può essere semplicemente il titolo di un paragrafo che devi studiare, ma non deve essere tutto il capitolo, meglio fare un piccolo passo per volta!

A questo punto fai partire delle frecce dal titolo principale, ognuna dedicata a un argomento: cause, chi, dove, quando… e da questa fai partire un’altra freccia con le risposte, in modo da collegare un po’ alla volta lo schema con tutte le risposte che contiene. Le mappe concettuali contengono gli argomenti principali, ma gli schemi sono arricchiti con più testo, che se ben fatti ti permettono di studiare in modo più rapido e ad acquisire meglio gli argomenti, in fondo fare gli schemi è studiare!

schema-prima-rivoluzione-industriale

Esempio di uno schema di storia – La Prima Rivoluzione Industriale

Quando devi studiare letteratura gli schemi cambiano un po’ la loro struttura, e diventano dei “riassunti schematizzati”, proprio perché contengono del testo in più!
Esempio di un riassunto schematizzato: “vita dell’autore”, fate partire due frecce una per la biografia (famiglia, vicissitudini, orientamento politico…), e una per la bibliografia (raccolta di opere).
La parte della bibliografia è la più importante, contiene i titoli dei testi che dovrete studiare, quindi di questi fate dei riassunti dove indicate l’anno in cui sono stati scritti, se appartengono a qualche corrente specifica, se sono parte di una raccolta di novelle o di un romanzo epistolare (epistolare = di lettere che trasmettono l’idea di un diario come “Ultime lettere di Jacopo Ortis” di Foscolo, o “Storia di una capinera” di Verga), in che metrica sono stati scritti ed eventualmente altre nozioni che sapete importanti per la vostra insegnante.

Trovate diversi schemi nella sezione Attività “su misura” nel sito di QuintoPiano, li potete scaricare, stampare, studiare e arricchire con i vostri appunti!

Buono studio a tutti!

Continuando a navigare su questo sito accetti l'utilizzo dei Cookie. Leggi i dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi