Animazione Giapponese – Anime

Primo Principio della Termodinamica
21 marzo 2017
I malavoglia Giovanni Verga
Il Realismo
28 marzo 2017

Animazione Giapponese – Anime

Anime Paprika

Quando si parla di film d’animazione giapponesi ci vengono subito in mente il famosissimo studio Ghibli e Hayao Miyazaki. Oltre a lui, però, ci sono altri registi che sono stati in grado realizzare grandi capolavori grazie a una trama avvincente, un intreccio che ti tiene incollato allo schermo e dei personaggi memorabili. Ecco quindi i cinque anime che ogni amante del genere dovrebbe aver visto; alcuni famosi anche in occidente, altri meno. Una cosa però è certa. Sono tutte opere da ricordare e da vedere e rivedere.

Paprika – Sognando un Sogno

Paprika - Sognando un Sogno

Paprika – Sognando un Sogno

Si tratta di un lungometraggio d’animazione giapponese del 2006, scritto, disegnato e diretto da Satoshi Kon e tratto dall’omonimo romanzo di Yasutaka Tsutsui.
La trama ha luogo in un futuro non troppo lontano, nel quale lo sviluppo di un’invenzione nota come “DC Mini” permette agli psicoanalisti di entrare a far parte dei sogni dei loro pazienti, in modo da poter conoscere più da vicino e curare con maggiore efficacia problematiche relative al subconscio.
Essendo che questi marchingegni sono ancora in via sperimentale, vengono custoditi con la massima attenzione. Nonostante ciò, alcuni di essi vengono rubati e iniziano ad essere utilizzati su vittime inconsapevoli, le quali iniziano a vivere incredibili sogni ad occhi aperti che li trasformano in burattini destinati al suicidio.
A causa della creazione di un sogno collettivo che rischia di portare l’umanità al collasso, la dottoressa Atsuko Chiba è costretta a scongiurare l’imminente catastrofe.
La trama, intricata e inafferrabile a tal punto da far perdere contatto con la realtà, è supportata da immagini ricche di colori e un ottimo supporto sonoro.
Link trailer

La città Incantata

La Città Incantata

La Città Incantata

E’ un film d’animazione giapponese del 2001 scritto e diretto da Hayao Miyazaki e prodotto dallo Studio Ghibli.
Sono narrate le avventure di Chihiro che, insieme alla madre e al padre si introduce senza rendersene conto in una città incantata abitata da esseri soprannaturali. Qui i genitori della bambina vengono trasformati in maiali dalla potente maga Yubaba e la piccola protagonista decide di rimanere nel regno fatato per tentare di liberarli dall’incantesimo.
Si parla quindi di un viaggio fantastico al quale nemmeno la capricciosa Chihiro può rimanere indifferente. Così, mentre i genitori si abbandonano alla cupidigia, la bambina, ora animata da una nuova forza derivata dall’incontro con qualcosa al di sopra delle capacità umane, esplora con curiosità un mondo popolato da divinità e spiriti.
Questo film è stato considerato all’unanimità dai critici come uno dei migliori degli anni 2000 e della storia; vinse l’Orso d’oro al festival di Berlino nel 2002 (avvenimento fin’ora unico per quanto riguarda gli anime) e l’Oscar come miglior film d’animazione nel 2003.
Link trailer

A SilentVoice

A Silent Voice

A Silent Voice

Il film, tratto dall’omonimo manga, ha come protagonisti Shouya Ishida, un ragazzino molto vivace, e una bambina sorda di nome Shouko Nishimiya. Il rapporto fra i due in principio non è dei migliori, poichè Shouya, insieme al resto della sua classe, prende in giro Shouko a causa del suo handicap. Per via dell’aggressivo bullismo subito, la ragazzina lascerà la scuola, facendo ricadere la colpa di ciò sul suo principale aggressore.
Con il passare degli anni, Shouya incontrerà nuovamente Shouko e costruirà con lei un rapporto sano di amicizia, basato sulla sua volontà di riscattarsi dagli errori del passato.
Il lungometraggio, diretto da Naoko Yamada. è uscito nelle sale giapponesi il 17 settembre 2016 ed è stato accettato molto bene dalla critica.
Link trailer

Akira

Akira

Akira

Akira, film del 1988 scritto e diretto da Katsuhiro Otomo, è basato sull’omonimo manga dello stesso autore, pur avendo un diverso sviluppo e un diverso finale. E’ considerato il capolavoro assoluto di Otomo ed è stato tra gli anime che, grazie al suo successo successo, ha reso l’animazione giapponese più popolare in Occidente.
L’ambientazione è dopo un’ipotetica terza guerra mondiale, nel 2019, all’interno della città di Neo Tokyo: in questa città numerose bande di giovani motociclisti si sfidano tra gli aggrovigliati palazzi metropolitani in corse e sfide spesso all’ultimo sangue, di questi motociclisti fa parte Tetsuo, che un giorno si trova davanti ad uno strano ragazzino dalla pelle verde, il quale finisce per attirare l’attenzione di misteriosi agenti del governo, che se ne appropriano per sottoporlo ad una serie di esperimenti.
Nel frattempo, il colonnello Shikishima, capo dell’esercito, brama il possesso del potere di Akira, un misterioso individuo che dovrebbe ripulire la Terra dagli individui indegni di abitarla e che, secondo i fanatici, è l’autore della grande esplosione avvenuta a Tokyo e che trent’anni prima diede inizio alla terza guerra mondiale. Verranno quindi messi in atto alcuni esperimenti su Tetsuo perconto dell’esercito, che porteranno ad un profondo cambiamento nella sua psiche, rendendolo incontrollabile da chiunque.
Link trailer

Tokyo Godfathers

tokyo godfathers

Tokyo Godfathers

Tokyo Godfathers (ovvero “I padrini di Tokyo”) è stato scritto e diretto da Satoshi Kon nel 2003. La trama ruota attorno ad una bambina, ritrovata in un bidone della spazzatura da tre senzatetto. Dopo aver discusso, decidono di tenerla solo per una notte, per poi decidere sul da farsi. Il giorno seguente, però, i tre scoprono che la bimba è in qualche modo riuscita ascappare dal rifugio che le avevano fabbricato.
Dopo averla ritrovata, insieme tentano di riportarla direttamente ai suoi genitori, seguendo alcune tracce che spesso li portano fuori strada. Fra il giorno di Natale e quello di Capodanno i protagoisti incapperanno in numerose avventure, entrando in contatto con diversi tipi di abitanti della metropoli di Tokyo, seguendo contamporaneamente le impronte lasciate dal proprio passato e dalle rispettive storie personali.
Link trailer

Continuando a navigare su questo sito accetti l'utilizzo dei Cookie. Leggi i dettagli

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi